AVVISO: La traduzione di questa pagina è automatica e potrebbe non essere accurata

Report dell’evento “UFO: Back to the future”

Grande successo del XXI CONVEGNO INTERNAZIONALE DI UFOLOGIA DI FIRENZE & VIII EDIZIONE DEL MEETING INTERNAZIONALE “FIGLI DELLE STELLE”

Il GAUS da molti anni protagonista, sempre presente sulla scena internazionale per la ricerca e divulgazione del fenomeno ufo, anche in questo periodo di emergenza sanitaria, non ha voluto rinunciare al consueto appuntamento annuale del proprio Convegno.
É stata una grande sfida e al contempo un enorme lavoro portato avanti con tanto entusiasmo e grandissima professionalità.

Evento straordinario: una conferenza in LIVE STREAMING, che ha visto la partecipazione di ricercatori e scienziati di fama mondiale alternarsi con interventi sia in differita che in diretta, tutti tradotti in tre lingue.

L’ evento per la prima volta è stato organizzato congiuntamente dal GAUS ed EXTREMAMENTE, i cui presidenti Pietro Marchetti del GAUS e Sabrina Pieragostini di EXTREMAMENTE, hanno voluto rendere gratuita tale iniziativa permettendo agli spettatori di approfondire la tematica ufologica. E questo è sicuramente un valore aggiunto poiché entrambe le associazioni si autofinanziano esclusivamente con il contributo dei propri soci ed con eventuali donazioni.

ChairmanFilippo Sarpa, who with immeasurable skill and professionalism led the work of the whole day, always presenting and translating in three languages: Italian, English and Spanish, every single intervention of the speakers in the Q&A sessions.

The directing work both before the Conference and during the Conference was excellent, coordinating the work of broadcasting live links from all over the world.

Everything went smoothly and with success, with over 2800 views throughout the day.

THE PROGRAM, of 9 hours of live streaming, began with the first intervention of the South Korean anthropologist GO HAN, who, unable to intervene for health reasons, nevertheless allowed the presentation of his work (close encounters with UFOs and visitors from elsewhere) which was created and exhibited with extreme precision and skill by Dr. Sara Rolando, GAUS member.

The second intervention featured the journalist and explorer NIKOLAY SUBBOTIN, which carried out research on unidentified flying objects, which were also studied by the same scientific community and by the military of the then USSR.

subsequently SABRINA PIERAGOSTINI drew attention to the recent developments related to UAP videos - Unidentified Aerial Phenomena - released by the Pentagon, on the request of the Intelligence Commission of the American Senate to have all the information collected in this regard and on the creation of a specific task force entrusted to the Navy USA.

To close the morning, the intervention of the British ufologist PHILIP MANTLE, with the case of Pascagoula, where something incredible happened on 11 October 1973. The speaker illustrated some inexplicable details of what happened that night on the river to the two fishermen.

The work of the conference resumed in the afternoon with the intervention of JOSE LAY, leading figure of CEFAA, a study committee promoted by the government of Santiago de Chile, with incredible testimonies of sightings reported by pilots.

Following the interesting speech by the Peruvian researcher RICARDO GONZALEZ, still one of the best known "contactees" worldwide, who told us about the experience with his "friends" of ALPHA CENTAURI.

In his speech, the American anthropologist MICHAEL MASTERS ha esposto l’ipotesi in base alla quale, partendo dall’HOMO SAPIENS nell’evoluzione fino all’uomo moderno, quelli che sono stati i cambiamenti morfologici ad es. del cranio e del cervello, rappresenterebbero la possibilità che l’uomo del futuro potrà essere molto simile ai cosiddetti “grigi”. In sintesi gli alieni non verrebbero da altri mondi bensì da tempi futuri: quindi “loro” saremmo noi umani in un lontano futuro!

E in ultimo, ma non ultimo per importanza, l’OSPITE D’ONORE, il fisico teorico JACK SARFATTI. Nel suo interessantissimo intervento ha spiegato come gli UFO volino grazie a una tecnologia basata sull’antigravità.

Il GAUS ringrazia tutti coloro che hanno scelto di partecipare a questo INEDITO EVENTO !

Il presidente Pietro Marchetti e tutto il consiglio direttivo sono orgogliosi di aver portato, ancora una volta con grande professionalità, la propria testimonianza e il proprio impegno all’ attenzione di quel pubblico che mostra interesse e sensibilità verso il fenomeno ufologico.

Sono queste le basi perché la ricerca possa continuare nella scoperta dell’OLTRE, e oltrepassare i confini dell’ UMANA conoscenza.