Resoconto evento: “UFO: Are you ready?”

Finalmente ecco a voi il resoconto del nostro ventesimo convegno intitolato: “UFO: Are you ready?”

Cari lettori e amici del Gaus, come ben sapete il 29 Settembre scorso a Firenze, nella fantastica sala conferenze dell’auditorium di Santa Apollonia, si è tenuto il nostro ventesimo convegno, un evento che ha avuto un’ottima risposta in termini di pubblico e che ci ha visti complessivamente molto soddisfatti.

Il convegno è cominciato alle 9:30, con l’intervento di apetura del nostro Presidente, Pietro Marchetti.
Subito dopo è intervenuto il Vice Presidente Marco Baldini, che ha parlato della nostra storia e delle numerose attività, uniche nel suo genere, da noi svolte nel corso degli anni.

E’ stata puntuale come ogni anno la “sorpresa” che ci ha fatto Marco: ha chiamato a parlarci di una notizia molto scottante e dell’ultim’ora in termini di ricerca di vita extraterrestre nello spazio, Niccolò, un nostro socio, che assieme a Davide (altro socio) si è recato ad un meeting di carattere scientifico a Roma organizzato dal SETI (per chi non lo sapesse il “Search for ExtraTerrestrial Intelligence”) e dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica).

Inoltre durante questo intervento è stato presentato anche il progetto del Gaus alla Biblioteca delle Oblate, progetto che in parte è già stato realizzato costituendo la prima collezione pubblica di libri Ufologici in Italia (la seconda parte vedrà l’aggiunta dei libri dell’ufologo PierLuigi Sani).

Successivamente, verso le 10:00 ha preso la parola l’ospite d’onore del convegno, ovvero l’ex Ufficiale USA Robert Salas, il quale ci ha parlato della sua strabiliante esperienza UFO avuta nel 1967 alla base missilistica nucleare di Malmstrom.

Robert Salas al momento dell’incidente Ufo di Malmstrom.
Da sinistra a destra: l’interprete linguistica, Robert Salas e Pietro Marchetti.

Dopo una veloce pausa, verso le 11:00 è stato il turno della nostra Socia Onoraria nonché Chairman del convegno, Sabrina Pieragostini che ci ha presentato in modo molto avvincente ed entusiasmante il suo prossimo libro, che vi invitiamo a comprare e a leggere (ne varrà sicuramente la pena) sulle rivelazioni dei piloti dell’aviazione in termini di avvistamenti UFO.

Alle 12:00 ha parlato l’altro ospite straniero del nostro convegno, l’ingegnere aerospaziale e docente universitario olandese Coen Vermeeren, che tra le molte cose interessanti raccontateci, ha fatto una presentazione dell’ondata UFO olandese e belga degli anni 90.

Coen Vermeeren.

L’intervento di Coen è terminato verso le 13:00.
Il convegno è ripreso alle 14:45, con l’intervento di Pietro Marchetti, che ci ha aggiornato degli ultimi importanti avvistamenti UFO dalla Valmalenco. Durante l’intervento di Pietro è stato chiamato il nostro amico e fotografo paesaggista, nonchè ufologo Giuseppe Tricoli per aggiornarci sugli esiti di un’indagine da lui svolta in Valmalenco atta a confermare o invalidare l’ipotesi della presenza di un Ufo in una foto da lui scattata l’anno precedente. L’indagine ha portato esito negativo: nella foto infatti non era presente un UFO, bensì un alquanto particolare gioco di ombre che, proiettate su un grosso masso hanno dato vita ad una forma quasi perfettamente discoidale.

Giuseppe Tricoli.

Poi ha parlato Nicola Tosi, ricercatore indipendente sui fenomeni aerei anomali e fondatore del progetto UAP Italia, che ci ha aggiornato su una parte delle sue ultime ricerche di materia anche ufologica svolte sull’Appenino Tosco-Emiliano.

Sulla destra Nicola Tosi.

Dopo una breve pausa è stato di nuovo il turno di Robert Salas, che ci ha raccontato della sua presunta esperienza di Abdaction, di alcuni cerchi nel grano e di alcune mummie che secondo lui sarebbero probabilmente state corpi di antichi alieni.

Verso le 17:00 abbiamo avuto un contatto Skype con il nostro socio Filippo Sarpa, che in quel momento aveva partecipato ad un “contatto programmato”, organizzato e annunciato molto tempo fa dal famoso contattista Ricardo Gonzalez in Cile, nel deserto di Atacama.

Successivamente è intervenuta la Dottoressa, ricercatrice ufologica e nostro socio Sara Rolando, che ci ha presentato una parte della sua tesi di laurea sulle mummie peruviane; l’intervento era intitolato: “I crani allungati del Perù – deformazione artificiale, nuova specie Homo o qualcosa di più?

Sulla destra Sara Rolando.

Nell’ultima fase del convegno si è tenuta la tavola rotonda con la partecipazione di Roberto Pinotti, nostro amico, ufologo di fama mondiale e Presidente del CUN. Quì i relatori assieme a Pinotti hanno potuto rispondere alle varie domande del pubblico.

Roberto Pinotti, Sara Rolando e Robert Salas


Ringraziamenti:

Vogliamo ringraziare la Regione Toscana che ci ha dato il suo Patrocinio Istituzionale, e il Giornale Dei Misteri, nostro partner pluriannale.
Ringraziamo Sabrina per il suo aiuto nello svolgimento del convegno e per aver ricoperto il suo ruolo di Chairman come sempre al meglio.
Inoltre vorremo ringraziare di cuore tutti i relatori italiani e stranieri che hanno partecipato con entusiasmo ed hanno così contribuito al successo del convegno.
Cogliamo ancora l’occasione per ringraziare la Biblioteca delle Oblate per averci consentito di dare uno spazio in cui compiere letture di carattere ufologico che fosse usufruibile a tutta la cittadinanza.
Ringraziamo quindi la famiglia Sani, che ci aiuterà nella seconda parte del progetto alle Oblate e le case editrici che hanno contriubuito con il loro aiuto nella parte iniziale del progetto.
Ringraziamo inoltre tutti i nostri soci per il loro impegno attivo alla realizzazione dell’evento ed il loro entusiasmo…
Tuttavia, un grande grazie, forse il più grande, va soprattutto a voi, che continuate a seguirci da casa, sulle nostre pagine, sul nostro sito e ai nostri convegni.


Speriamo di rivedervi presto, il GAUS.

Il GAUS (o almeno una buona parte di esso).